Home Computer Come liberare spazio su disco Windows 10 o 11

Come liberare spazio su disco Windows 10 o 11

24 min per leggere questa guida
0
38
Come liberare spazio su disco Windows 10 o 11

Hai bisogno di liberare spazio su disco sul tuo computer con Windows 10 o 11? Ecco i file e le cartelle di Windows che possono essere eliminati in sicurezza per liberare spazio su disco. Sei pronto allora per seguire questa guida?

Elimina questi file e cartelle per liberare spazio su disco in Windows 10 e 11

Windows 10 oppure Windos 11  contiene molti file e cartelle di cui non hai realmente bisogno. Tra cache nascoste, vecchia spazzatura che spreca spazio e file che puoi eliminare per risolvere effettivamente i problemi, sapere cosa è sicuro rimuovere da Windows può essere difficile.

Esaminiamo alcuni file e cartelle di Windows che sono totalmente sicuri da rimuovere, insieme al motivo per cui potresti volerli cancellare. Questo ti aiuterà a liberare spazio su disco e a saperne di più sul tuo PC. Tieni presente che alcune di queste cartelle si trovano in posizioni protette, quindi fai attenzione quando le elimini.

Il miglior modo per pulire le cartelle di Windows: pulizia del disco

Come liberare spazio su disco Windows 10 o 11

Prima di esaminare i file e le cartelle di Windows che puoi rimuovere in sicurezza, dovresti sapere che eliminarli manualmente non è solitamente il modo migliore per farlo.

Oltre a perdere tempo a farlo da soli quando potresti automatizzare il processo, è più sicuro lasciare che lo strumento Pulitura disco esegua queste pulizie per te. Ciò evita di eliminare accidentalmente i file di cui hai bisogno o di incasinare le cartelle sbagliate.

Lo strumento Pulitura disco di Windows ti aiuta a recuperare spazio su disco sul tuo computer ed è semplice da usare. Puoi aprirlo cercando Pulitura disco nel menu Start e selezionando un’unità. Lascia che esegua la scansione e vedrai diverse categorie di file che puoi cancellare. Per ulteriori opzioni, scegli Pulisci file di sistema con autorizzazioni di amministratore.

Se ritieni che questa interfaccia sia troppo goffa, puoi accedere a Impostazioni> Sistema> Archiviazione per provare il nuovo strumento di pulizia dell’archiviazione di Windows 10. Fai clic su File temporanei nell’elenco delle opzioni, quindi vedrai un elenco popolato simile a quello di Pulizia disco.

Cosa eliminare da Pulitura disco

Questa non è una guida completa allo strumento Pulitura disco, quindi non esamineremo tutte le opzioni che offre. Tuttavia, le seguenti diverse opzioni sono frutti di basso livello (assicurati di selezionare prima Pulisci i file di sistema per vederli tutti):

  • Pulizia di Windows Update: cancella le vecchie copie dei file di Windows Update. Questi sono sicuri da eliminare nella maggior parte dei casi, ma dovresti conservarli per la risoluzione dei problemi se riscontri problemi relativi all’aggiornamento.
  • File di registro dell’aggiornamento di Windows: allo stesso modo, si tratta di file di dati che Windows Update conserva per aiutarti a scavare nei problemi relativi ad aggiornamenti o installazioni. Puoi cancellarli se non hai riscontrato errori relativi all’aggiornamento di Windows a una nuova versione.
  • File di risorse della lingua: se in precedenza hai scaricato un’altra lingua o un layout di tastiera che non utilizzi, questo ti consentirà di cancellarli facilmente.
  • Cestino: mentre puoi svuotare il Cestino attraverso la sua finestra, puoi farlo facilmente anche qui. Assicurati solo che non ci sia nulla al suo interno di cui hai bisogno.
  • File temporanei: come suggerisce il nome, i file temporanei non vengono utilizzati per nulla a lungo termine, quindi puoi cancellarli senza preoccupazioni.

Ora, diamo un’occhiata a come liberare spazio su disco Windows 10 o 11 e cosa puoi eliminare in modo sicuro.

1. Il file di ibernazione

La modalità di ibernazione sul PC è simile alla modalità di sospensione, tranne per il fatto che il sistema salva tutto il lavoro aperto nell’unità di archiviazione e quindi si spegne. Puoi rimuovere la batteria dal tuo laptop e rimanere in ibernazione per una settimana, quindi riavviare e riprendere esattamente da dove avevi interrotto.

Ovviamente, questo occupa spazio, ed è a questo che serve il file di ibernazione. A seconda delle dimensioni del disco rigido, il file di ibernazione è probabilmente di diversi gigabyte o più.

Se non utilizzi l’ibernazione e desideri disabilitarla, puoi farlo facilmente tramite il prompt dei comandi. Nota che non dovresti semplicemente eliminare hiberfil.sys , poiché Windows lo ricreerà di nuovo.

Fare clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante Start o premere Win + X , quindi aprire una finestra del prompt dei comandi (amministratore) o di Windows PowerShell (amministratore) dal menu risultante. Digita il seguente comando per disabilitare l’ibernazione:

powercfg.exe /hibernate off

LEGGI ANCHE :  Come trasmettere schermo Android su Windows 10

Questo è tutto ciò che serve per disabilitare l’ibernazione. Windows dovrebbe eliminare hiberfil.sys da solo quando lo fai; sentiti libero di cancellarlo dopo, in caso contrario. Tieni presente che la disattivazione della modalità di ibernazione impedirà anche al tuo computer di utilizzare l’avvio rapido in Windows 10. Tuttavia, questa non è una grande perdita, poiché questa funzione è nota per causare tempi di avvio lenti e altri problemi.

2. Cartella temporanea di Windows

Come liberare spazio su disco Windows 10 o 11

Come intuirai dal nome, i file temporanei di Windows non sono importanti oltre il loro utilizzo iniziale. I file e le cartelle all’interno contengono informazioni che Windows utilizzava una volta, ma non ne ha più bisogno.

Invece di pulire tramite Pulizia disco. puoi visitare questa cartella nella posizione C:\Windows\Temp ed eliminarne il contenuto manualmente, se lo desideri. Basta premere Ctrl + A per selezionare tutto all’interno, quindi premere Elimina . Windows potrebbe darti un errore su un paio di elementi quando lo fai: ignorali e cancella tutto il resto.

3. Il cestino

Il Cestino è una cartella speciale, mentre appare nell’unità C:\ , è protetta da Windows e non è necessario accedervi in ​​questo modo. Ogni volta che elimini un file sul tuo sistema, Windows lo invia al Cestino. Questo è un posto speciale in cui i file eliminati vengono conservati fino a quando non li elimini o li ripristini in modo permanente.

Anche se questo potrebbe essere ovvio per te, lo includiamo nel caso in cui alcuni non lo sappiano. È facile dimenticare che gigabyte di vecchi dati possono stare nel Cestino.

Puoi accedere al Cestino tramite il collegamento sul desktop. Se non lo vedi, digita shell:RecycleBinFolder nella barra di navigazione di Esplora file. Una volta qui, vedrai tutto ciò che hai eliminato di recente.

Fare clic con il pulsante destro del mouse sui singoli elementi e scegliere Elimina per eliminarli definitivamente o scegliere Ripristina per riportare il file nella posizione originale. Nella scheda Strumenti del Cestino della barra multifunzione in alto , vedrai i pulsanti per Svuota cestino e Ripristina tutti gli elementi contemporaneamente.

Per modificare il funzionamento del Cestino, fai clic su Proprietà del Cestino qui. In questo menu, puoi modificare la dimensione massima del cestino o anche scegliere  Non spostare file nel Cestino .

Come liberare spazio su disco Windows 10 o 11

Con questa opzione, Windows salta il cestino e rimuove in modo permanente gli elementi quando li elimini. Non lo consigliamo, perché il Cestino ti offre una seconda possibilità in caso di cancellazione accidentale. Allo stesso modo, Visualizza la finestra di dialogo di conferma dell’eliminazione richiederà un passaggio aggiuntivo ogni volta che si cancella un file.

4. Cartella Windows.old

Ogni volta che aggiorni la tua versione di Windows, il sistema conserva una copia dei tuoi file precedenti denominata Windows.old . Questa cartella contiene essenzialmente tutto ciò che componeva la tua vecchia installazione, nel caso in cui qualcosa non sia stato trasferito correttamente.

Se necessario, puoi utilizzare questa cartella per ripristinare una versione precedente di Windows. È anche possibile aprire la cartella e prendere alcuni file randagi se necessario.

Windows rimuove automaticamente questa cartella poco tempo dopo l’aggiornamento, ma puoi rimuoverla tu stesso se sei a corto di spazio. Non verrà eliminato se provi a passare attraverso Esplora file, quindi digita Pulizia disco nel menu Start e avvia lo strumento come descritto in precedenza.

Fare clic su Pulisci file di sistema nella parte inferiore della finestra e lasciare che l’utilità esegua un’altra scansione. Una volta fatto, cerca le installazioni precedenti di Windows ed eliminale usando questo strumento.

Ovviamente, la rimozione di questi file rende più difficile il recupero dei dati in caso di problemi. Dopo aver eseguito un aggiornamento di Windows (anche solo all’ultima versione di Windows 10) ti consigliamo di conservare questa cartella finché non sei sicuro che tutto funzioni correttamente.

5. File di programma scaricati

Il nome di questa cartella è un po’ confuso. In realtà contiene i file utilizzati dai controlli ActiveX di Internet Explorer e dalle applet Java, quindi se utilizzi la stessa funzionalità su un sito Web, non devi scaricarlo due volte.

In effetti, questa cartella è inutile oggi. ActiveX è una tecnologia estremamente obsoleta piena di falle di sicurezza e Java è quasi estinto sul Web di oggi. Internet Explorer è l’unico browser che supporta ActiveX e probabilmente lo incontrerai solo su antichi siti Web aziendali (se mai) ora.

La maggior parte degli utenti domestici non usa più IE, figuriamoci ActiveX. La cartella dei file di programma scaricati potrebbe essere già vuota, ma sentiti libero di ripulire il suo contenuto se non lo è.

6. LiveKernelReports

La cartella LiveKernelReports è un’altra directory (Posizione: C: \ Windows \ LiveKernelReports)che probabilmente viene visualizzata durante la scansione di file di grandi dimensioni sul computer. Questa cartella ospita i file di dump, che sono registri di informazioni in corso che Windows conserva. Se il tuo computer riscontra un problema, puoi analizzare il contenuto di questi file per iniziare a risolvere il problema.

Tutti i file di grandi dimensioni che terminano con l’ estensione del file DMP in questa cartella possono essere eliminati in sicurezza. Come le posizioni sopra, tuttavia, ti consigliamo di utilizzare Pulizia disco invece di eliminare il file da solo.

Quando Windows si arresta in modo anomalo o si verificano altri gravi problemi con il computer, non eliminare subito questi file di dump. Puoi usare un programma come WhoCrashed per ottenere maggiori informazioni da loro.

7. Cartella Rempl

Sebbene la cartella Rempl non sia grande, potresti essere sorpreso quando la vedi apparire sul tuo sistema. Contiene diversi piccoli file e potresti anche notare alcuni processi di Task Manager ad esso collegati.

Questa cartella è connessa alla consegna degli aggiornamenti di Windows 10. Include “miglioramenti dell’affidabilità” per aiutare a rendere gli aggiornamenti di Windows 10 senza intoppi e appianare i problemi di compatibilità.

Quindi puoi eliminare la cartella Rempl ? Apparentemente non ci sono effetti negativi dal farlo. Tuttavia, poiché occupa solo pochi megabyte e può rendere meno frustranti gli aggiornamenti di Windows, è meglio tenerlo in giro. la posizione di questa cartella é: C:\Programmi\rempl

Queste cartelle di Windows possono essere eliminate

Ci vuole un po’ per guardarsi intorno, ma Windows 10 oppure Windows 11 contiene molti file e cartelle che non sono necessari. Ricorda che il tuo computer fa un ottimo lavoro nel mantenersi pulito, quindi non devi rimuovere ossessivamente il contenuto di queste cartelle a meno che tu non abbia davvero poco spazio su disco.

Note finali

E siamo arrivati alle note finali di questa guida come liberare spazio su disco Windows 10 o 11. Prima di salutare volevo informarti che mi trovi anche sui Social Network, per entrarci clicca sulle icone appropriate che trovi nella Home di questo blog, inoltre se la guida ti è piaciuta condividila pure attraverso i pulsanti social di FacebookTwitterPinterest e Tumblr, per far conoscere il blog anche ai tuoi amici, ecco con questo è tutto Wiz ti saluta.

LEGGI ANCHE :  Come contrastare i virus a riscatto con un software anti-ransomware per il tuo PC
Carica altri articoli correlati